nura crea, handmade, sardegna, mamuthones, storia, tradizione, abiti tradizionali, sposini

lunedì 20 agosto 2012

Chiara Vigo. Maestro di Bisso.


La mia Esperienza con l'oro del mare è iniziata quando ero piccola, attraverso i racconti a casa. 
Mi raccontavano di un Maestro che si immergeva nelle acque di S.Antioco per accarezzare le nacchere che producono il bisso e portare con se un po' di questo. Una volta a casa il bisso veniva trasformato in seta dorata che luccicava al sole tanto da poter accecare qualcuno. 
Una volta ricamato, quelle vesti erano destinate a vestire Donne e Uomini importanti dalla notte dei tempi. 

chiara vigo bisso nura crea

Sono cresciuta lontana dal mare, quindi per me era tutto tanto magico e lontano come in una fiaba. Ma la parte che mi incuriosiva di piu' era pensare che quel Maestro... era una Donna!
Avro' chiesto decine di volte perche' non si chiamava maestra. 
L'ho capito poi piu' avanti.


Ho dovuto aspettare diverso tempo prima di incontrare il Maestro. Non sono mai andata a trovarla perche'  per me era come un racconto sulle janas, era magico. Non e' che poi vai subito a cercare le janas....  


Poi quest'inverno la libreria Murru e le Sorelle Ariu, hanno organizzato un bellissimo incontro con Chiara Vigo, il Maestro di Bisso. Era il momento! 
 Ho preso una delle mie brebi' e ho pensato di trovare il coraggio di dargliela. 


Non so per voi, ma per me... e' stato come incontrare le janas! 


Alla fine dei suoi racconti ho ricevuto un altro dono. Ho avuto la fortuna di essere la piu' giovane in sala e ora ho anche io il mio filo di bisso! Dopo tutto il rituale il filo è rimasto nel mio dito con la promessa che riportandolo al Museo del Bisso prima del matrimonio o prima della nascita di mio figlio, potro' ricevere un dono ricamato in bisso. E' rimasto sotto vetro nel tentativo di proteggerlo come se fosse stata una cosa personale. Come se fosse mio. 

E' arrivato il momento di portarlo sempre con me e farlo vedere a tutti, tanto sono sicura che non lo perdero'!

chiara vigo bisso nura crea

Le sue parole sono state forti il giorno alla libreria. Sono di quelle parole che ti rimbalzano in testa e non te ne liberi facilmente.  Il bisso è un bene di tutti e nessuno se ne occupa. Nessuno lo protegge. Abbiamo tutti il dovere di proteggere quei racconti cosi' che anche i nostri figli possano ascoltarli!


Purtroppo pero' come sempre, le cose non vanno come dovrebbero andare e il Museo del Bisso, Chiara Vigo e la Pinna Nobilis sono attualmente snobbati da chi di dovere come tutte le cose che contano qui in Sardegna. Cosi' con l'aiuto di Arianna ho potuto spedire la mia lettera alle istituzioni sperando che forse unendosi alle altre possano fare peso nella coscienza di qualcuno...


Egregio Signor Sindaco 
Mario Corongiu

e p.c. al Vice Sindaco Carmine Puddu
          al delegato alla Cultura Turismo e Spettacolo Marco Massa
          al Segretario generale Rosella Littarru
          al Responsabile del Servizio Cultura Antonella Serrenti
          al Responsabile del Servizio Finanziario Paolo Pilia

Oggetto: Manutenzione dei locali "Museo del Bisso"

La sottoscritta ............, nata a ............ in data ......., residente a ........, presso il domicilio sito in ............., chiede alle SS.VV. di provvedere a regolarizzare con sollecitudine la situazione del Museo del Bisso avente sede nei locali "Montegranatico" a Sant'Antioco, affidati in concessione d'uso gratuito al Comm. Chiara Vigo, come da deliberazione numero 241 del 30/12/2010 e precedenti.
Nel venir meno all'adempimento degli accordi contrattuali, si sta causando un danno irreparabile all'immagine, all'indotto turistico ed economico del Sulcis Iglesiente, della Sardegna e dell'Italia tutta.

Frequentando i suddetti locali, difatti, ho potuto constatare personalmente che:
le attività di manutenzione ordinaria e straordinaria non vengono regolarmente svolte;
l'illuminazione è inadeguata o spesso assente;
i servizi igienici sono inagibili;
sono presenti barriere architettoniche;
non è presente un impianto di aria condizionata funzionante, necessario ad evitare il verificarsi di malori tra gli ospiti durante la fruizione del servizio offerto gratuitamente alla comunità dal Maestro Chiara Vigo. 

Quale cittadina attenta alle tematiche inerenti la valorizzazione del patrimonio culturale, esorto le SS.VV. a provvedere al più presto a patrocinare il suddetto bene comune, stando a quanto stabilito in convenzione di cui sopra.
Se ciò non dovesse avvenire in tempi brevi, mi vedrò costretta ad allertare le autorità, la popolazione, i mezzi stampa nazionali e internazionali, in modo tale da sensibilizzare l'opinione pubblica riguardo la situazione di degrado in cui versa il patrimonio immateriale rappresentato dal Maestro Chiara Vigo.

In attesa di un Vostro riscontro, porgo i più distinti ossequi.

Caro sindaco di S. Antioco... la mia lettera sta arrivando.


Se non sai cos'e' il Bisso
Cerca Chiara Vigo su qualsiasi motore di ricerca
o in
Noi e gli Altri

2 commenti:

  1. si belli i lavori con il bisso...bellissimi... sarebbe bello se anche i nostri figli potessero vederli! E invece...stiamo lasciando cadere il problema tutti insieme...

    RispondiElimina

Buona Sera a...

Nura Crea Feed inserisci la tua email